Microscopio ultravioletto

Il colposcope fu inventato da Hans Hinselmann nell'anno millenovecentoventicinque. È l'ultimo dispositivo per l'esame ginecologico, che lo fa e lo memorizza anche nel microscopio, cioè, grazie all'obiettivo montato, consente al medico appropriato di eseguire accuratamente l'esame degli organi riproduttivi femminili.

È molto strutturato per esaminare la vulva, la vagina, l'ipofisi inferiore della cervice e la stessa cervice. Questo strumento si realizzerà in breve tempo, perché bastano pochi minuti per riconoscere se un particolare organo femminile è a rischio di malattia, cioè no, indipendentemente dal fatto che abbiano apportato cambiamenti cancerogeni, cioè non possono rintracciarli. Il cancro è la più sfavorevole di tutte le malattie. Nonostante il progresso della medicina nei tempi nuovi, è ancora praticamente impossibile curare se viene rilevato troppo tardi. Pertanto, a parte gli esami ginecologici standard, che non sono nel rilevamento dello stadio iniziale delle alterazioni neoplastiche, vengono forniti numerosi nuovi test, come ad esempio la citologia. È sempre comprensivo, il che, anche se il settanta percento può rilevare cambiamenti cancerogeni. La colposcopia, che è organizzata usando uno strumento chiamato colposcopio, è molto più efficace, in quanto fornisce oltre il novanta per cento dell'opportunità di rilevare il cancro nella sua fase originale. Perché è così importante? Perché solo nella prima fase, la più piccola, dei cambiamenti cancerogeni è curabile al cento per cento, e nella fase altamente avanzata, più breve è la possibilità di vita del paziente. Difficile nella superficie della medicina, e specialisti che usano il tema della ginecologia e del cancro degli organi riproduttivi femminili, sostengono che vale la pena mescolare entrambi i metodi di ricerca, cioè eseguire l'esame citologico e l'esame colposcopico. La prossima è in realtà una garanzia al cento per cento di una rapida individuazione del cancro e una facile garanzia della sua cura. Questo è il motivo per cui vale la pena effettuare ricerche almeno una volta al trimestre.