Caratteristiche dei mezzi di estinzione

Il vapore acqueo è il solito agente estinguente. È usato solo in appartamenti chiusi di piccole dimensioni. L'uso del vapore per estinguere su superfici facili non dà i risultati desiderati. Il vapore ha un piccolo peso pratico anche in condizioni di spazio aperto non raggiunge la giusta concentrazione di estintore.

L'uso del vapore acqueo in ambienti il ​​cui volume non supera i 500-520 m3 si sta vantando. Dovrebbero essere presenti in stanze chiuse. Eventuali perdite ridurranno l'efficacia della soppressione del vapore.Molto spesso il vapore acqueo viene gettato per estinguere incendi che possono stare nei locali di essiccazione del legno, nei depositi di materiale infiammabile, sulle navi, nel pompaggio di prodotti petroliferi, negli interni con caldaie di vulcanizzazione o colonne di rettifica.Il vapore, come estintore, può esistere per i fuochi solidi che non reagiscono con l'acqua in condizioni di temperatura estreme. Tuttavia, non è vantaggioso usare il vapore acqueo per estinguere gli incendi, se i materiali in fiamme, a seguito del contatto con il vapore, saranno distrutti.L'uso del vapore acqueo per estinguere gli incendi diminuisce la concentrazione di ossigeno in uno stato in cui il processo di affumicatura è difficile. Il vapore acqueo diluisce gli alcoli infiammabili nello spazio di combustione.Il più funzionale e utile è estinguere gli incendi con vapore saturo, che viene fornito sotto pressione da 6 a anche 8 atmosfere.Il vapore come agente estinguente "estintore a vapore" può essere associato solo in luoghi in cui è certo che i residenti non vivano in essi. Da un viaggio a una pressione importante, il vapore sarebbe dannoso per la salute e persino per essere umano.